Oggetto: agevolazioni per l’acquisto di beni stumentali Soggetti beneficiari

Questo slideshow richiede JavaScript.

Oggetto: agevolazioni per l’acquisto di beni stumentali Soggetti beneficiari

Micro, piccole e medie imprese di tutti i settori, esclusi il settore finanziario assicurativo, l’industria carboniera, l’autotrasporto e il trasporto aereo.

Interventi ammissibili
Sono ammissibili alle agevolazioni investimenti realizzati mediante finanziamenti o contratti di leasing stipulati per l’acquisto di:

  • impianti, macchinari ed attrezzature strumentali nuove di fabbrica;
  • hardware, software e tecnologie digitali.
    Gli investimenti, di importo compreso tra €20.000,00 ed € 2.000.000,00, dovranno essere avviati successivamente alla richiesta di agevolazione e conclusi entro il periodo di preammortamento o prelocazione di massimo 12 mesi.
    Per le operazioni in leasing l’impresa locataria deve esercitare l’opzione di acquisto alla stipula del contratto.Agevolazioni
    L’agevolazione si sostanzia in un contributo in conto impianti pari al 8% circa del costo dell’investimento.
    Tale percentuale è maggiorata del 30% in caso di investimenti in tecnologie, quali gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification (RFID).Le agevolazioni sono cumulabili con altri contributi pubblici compreso il Fondo Centrale di Garanzia

    Scadenze

    E’ possibile presentare la domanda di contributo a partire dal 1 gennaio 2017 e fino al 31/12/2018, salvo previo esaurimento del plafond disponibile.

 

Oggetto: Legge di bilancio 2017 – superammortamento e iperammortamento Soggetti beneficiari

Soggetti titolari di reddito d’impresa nonché esercenti arti e professioni.

Investimenti ammissibili

Sono ammissibili all’agevolazione i beni strumentali nuovi, acquisiti anche tramite leasing.
Sono esclusi i veicoli e gli altri mezzi di trasporto, i beni con coefficienti di ammortamento inferiori al 6,5%, i fabbricati e le costruzioni e i cespiti legati alle grandi infrastrutture.

Validità temporale

Il beneficio si applica agli investimenti realizzati (consegna e/o collaudo) nel periodo 1 gennaio – 31 dicembre 2017 ovvero 30 giugno 2018 a condizione che entro il 31/12/17 siano stati pagati acconti pari almeno al 20% del costo

Agevolazione

L’agevolazione consiste in una deduzione extracontabile, ai fini delle imposte sui redditi (ma non dell’IRAP), di una ulteriore quota del 40% del costo fiscalmente rilevante (o di canone di leasing) sostenuto. A fronte di una spesa di €100 si potrà quindi ammortizzare un valore pari ad €140, con un effettivo beneficio fiscale in termini di IRES (24%) pari a €33,6.

Per i beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0, (in possesso di determinate caratteristiche tecniche ed interconnessi con il sistema aziendale di gestione della produzione o della rete di fornitura ) il costo di acquisto è maggiorato del 150%.
A fronte di una spesa di €100 si potrà quindi ammortizzare un valore pari a €250 con un effettivo beneficio fiscale in termini di IRES (24%) pari a €60.

Agli eventuali beni immateriali connessi si applicherà il superammortamento come sopra descritto. Le caratteristiche tecniche di tali beni dovranno essere autocertificati dall’impresa, ovvero, per quelli di importo pari o superiore ad €500.000,00, mediante perizia tecnica asseverata redatta da un professionista abilitato.

 

Oggetto: contributi a fondo perduto per il miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro – bando ISI INAIL 2016

Soggetti beneficiari

Tutte le imprese di tutti i settori iscritte alla Camera di Commercio che effettuino gli interventi presso il luogo di lavoro nel quale esercitano la propria attività.

Interventi ammissibili

Il bando finanzia i seguenti interventi:

  1. acquisto e/o sostituzione di macchinari, impianti, dispositivi ed attrezzature,
  2. interventi di eliminazione e smaltimento dei manufatti in cemento amianto e rifacimentodelle coperture,
  3. implementazione di modelli organizzativi di responsabilità sociale o sistemi di gestioneaziendale della sicurezza (SGSL INAIL/parti sociali, SA8000, OHSAS 18001, art. 30 d.lgs. 81/08).

Gli interventi dovranno essere finalizzati ad eliminare/ridurre i rischi presenti in azienda, riscontrabili nel Documento di Valutazione dei Rischi.
Gli investimenti ammissibili potranno essere avviati a partire dal 6 giugno 2017 e completati e rendicontati indicativamente entro l’autunno 2018.

Sono esclusi gli investimenti tramite leasing.

Contributo
E’ previsto un contributo in conto capitale pari al 65% delle spese ammissibili con un massimo di €130.000,00. per impresa.
Il contributo viene erogato in seguito alla realizzazione dell’investimento ed alla rendicontazione delle spese (fatture quietanzate), salvo preventiva richiesta di un’anticipazione fino al 50% dell’importo concesso, dietro rilascio di una fideiussione bancaria o assicurativa.